fbpx
Vuoi maggiori informazioni? Tel: 081 7803598 info@investingnapoli.it

Blog & News

analisi della giornata odierna
13
Mag

Analisi della Giornata Odierna 10 Maggio

Andiamo insieme ad effettuare un analisi della giornata odierna, di oggi lunedì 10 maggio, con un’interessante apertura dei mercati, soprattutto nel settore Bancario, almeno per quanto riguarda l’Italia.

Analisi della Giornata Odierna: Ottima Apertura di BPER

BPer uno dei titoli maggiormente forte nel gruppo dei bancari, sembra sia stata apprezzato il risultato delle trimestrali di venerdì. Dopo risultati di intesa e Unicredit che hanno soddisfatto gli azionisti, anche BPer sorride agli investitori dopo i risultati di venerdì a borsa chiusa.

E’ stato un po’ il core della scorsa settimana, i mercati hanno aperto con un forte entusiasmo dopo questi risultati.

Questa settimana chiuderà la settimana delle trimestrali sulle banche, risultati molto positivi un po’ per tutti, speriamo lo siano anche per le ultime banche rimanenti.

Comparto energetico molto movimentato

La pressione sui titoli energetici è una pressione che nel breve dovrebbe terminare, credo, quindi, che ci sarà una forte volatilità generale nella mattinata e poi un successivo consolidamento.

Tenaris e Saipem sono i titoli un po’ sulla cresta dell’onda e che vanno seguiti maggiormente nella giornata odierna. Un altro tema di questo momento è il rendimento, con dei rendimenti decennali che fanno registrate rialzi molto importanti.

Juventus in forte calo

Tra le azioni italiane, un titolo su cui fare molta attenzione, soprattutto per chi è amante dello sport, è sicuramente Juventus, che vede un forte calo di oltre 6 punti percentuali in questa apertura mattutina.

Inflazione negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti si ha paura che le politiche monetaria espansive, che hanno fatto crescere cosi tanto l’economia americana in questi ultimi anni, possano portare, nel breve periodo, ad una forte inflazione. Questa paura sta portando molti titoli a perdere punti, anche in settori come la tecnologia che sono, da sempre, il punto forte dell’indice Americano.

Disoccupazione in America, aumenta la paura

Negli Stati Uniti c’è preoccupazione anche per l’aumento del tasso di disoccupazione che è aumentato del 6,1%. Questo dato è molto probabilmente derivante anche dai lavori stagionali che, anche a causa del coronavirus, non sono partiti totalmente.

Credo però che questi dati siano già scontati sul mercato e che l’indice americano abbia già “accusato il colpo”. Mi aspetto, quindi, soprattutto con l’arrivo della stagione estiva, un nuovo report sul tasso di disoccupazione, questa volta più felice, che sorriderà maggiormente ai mercati.