Vuoi maggiori informazioni? Tel: 081 7803598 info@investingnapoli.it

Blog & News

sostrader azioni da comprare
20
Mar

Azioni da comprare: Intervista a LeFonti.Tv

Intervista di Pietro Di Lorenzo a LeFonti.Tv

Oggi si anticipa di un’ora perché c’è l’ora legale l’anticipata negli Stati Uniti quindi in tarda serata tanti sono persuasi da fare quell’operazione sullo spike (tipicamente quando c’è quando ci sono questi appuntamenti il mercato parte in volatilità) però occorre accortezza perché sono facili ex post ma difficili mentre le fai dal momento che il mercato va talmente in fast market che book sono talmente veloci dove diventa molto difficile essere eseguiti quindi per chi ha questa idea lo faccia con molta prudenza, quindi lavorare sul dato è sempre molto rischioso. 

La seconda considerazione è che il mercato stia scontando uno scenario molto positivo in cui ci sono dei toni molto distensivi, una politica monetaria molto favorevole a chi non ama il rialzo dei tassi però come sappiamo sui mercati spesso c’è il buy on rumors e il sell on news e quindi temo che se le cose non vadano esattamente come così ottimisticamente il mercato stia scommettendo potremmo assistere a delle vendite sull’azionario. La terza considerazione è contestualizzare all’interno della fase che stiamo vivendo. Due numeri aiuteranno a far capire quanto è peculiare questa fase: in 56 sedute l’indice italiano si è apprezzato del 17% circa quindi nelle prime 56 sedute dell’anno abbiamo recuperato ampiamente tutta la perdita che era stata generata nel 2018. Dei 40 titoli del FTSE MIB solo uno in questo momento è leggerissimamente negativo è Prysmian gli altri 39 sono tutti al rialzo con dei rialzi clamorosi: Azimut e Saipem che sono in rialzo più del 50% e altri cinque ovvero la nostra amata juventus leonardo ferrari tenaris e finecobank che sono in rialzo più del 30%. Questo scenario quindi lascia in qualche modo un movimento assolutamente impulsivo quindi io francamente su questi livelli in tutta onestà faccio un po’ fatica a cliccare sul buy perché il mercato naturalmente può salire ancora però gli spazi di salita ritengo che siano più risicati rispetto a un eventuale condizione che potrebbe essere certamente più profonda di quanto potrebbe essere il movimento rialzista, quindi su questi livelli di prezzo francamente preferisco più lo short che il long ed è uno short opportunistico speculativo che riassorba l’ipercomprato di breve che c’è su alcuni titoli e quindi per il breve termine mi sento ribassista cioè credo che da qui a qualche giorno possono scattare le prese di profitto che possono essere le opportunità per rientrare a prezzi più bassi, nel medio termine mi sento ancora rialzista e nel lungo termine sul mercato italiano siamo sostanzialmente in un grandissimo movimento laterale sin da più di dieci anni tra 12 e 5 e 24 e 5 quindi abbiamo una situazione abbastanza peculiare short di breve long di medio e laterale di lungo è qualcosa che in qualche modo può a primo impatto lasciare un po’ sbalorditi, ma in realtà l’impostazione dipende tutto dal momento nel quale immagini di chiudere il trade. Se compri un titolo per tenerlo tre anni hai un approccio del tutto diverso da chi compra un titolo e spera di tenerlo in portafoglio 3 giorni quindi sulla base dell’orizzonte dell’operazione che si sta costruendo naturalmente il modus operandi cambia in maniera radicale.

Fonte:

Azioni da comprare

Leave a Reply